Burpees, tre bracciali, bracciale unico o penalità alternative? 14 Luglio 2020 – Posted in: Regolamento – Tags: , , ,

Non esiste Obstacle Race senza penalità. Ma quali tipologie di penalità esistono nelle Obstacle Course Race? Tutti conoscete i Burpees delle Spartan Race ma non sono le uniche penitenze previste. Ogni organizzato di OCR adotta metodologie diverse, arrivando anche a delle combo per rendere la tua gara ancora più dura. Nell’articolo di oggi parleremo proprio di penalità gara e del perché nella Hell’s Race abbiamo fatto delle scelte precise.

I Burpees delle Spartan Race.
Partiamo dai più famosi: i burpees delle Spartan Race. Cos’è un burpee? Burpee è il nome di un esercizio a corpo libero tra i più diffusi in assoluto, complesso (con ampio schema motorio), multi-articolare (coinvolge quasi tutto l’organismo), pliometrico e piuttosto affaticante, a livello periferico tanto quanto metabolico. La tecnica di esecuzione dei burpees è piuttosto semplice da apprendere, ma per nulla facile da riprodurre in condizioni di affaticamento consistente.

La posizione iniziale è eretta, naturale, da qui procedere come segue:

  1. Eseguire un’accosciata a terra, avendo cura di rispettare i crismi di uno squat vero e proprio; il baricentro è spostato leggermente più avanti, come preparazione ad appoggiare le mani a terra;
  2. In fase di squat regolare (con sedere a terra), sbilanciarsi in avanti e appoggiare i palmi delle mani al suolo con le braccia tese; stendere con un unico gesto le gambe verso dietro, mantenendole in linea col troco e appoggiandole solo sulle punte dei piedi – la posizione è quella di partenza di un push-up, ovvero di plank
  3. Portare il petto a terra prima di tornare nuovamente in posizione di plank
  4. Ritornare rapidamente, con un unico movimento simile a un climber bilaterale, in posizione di squat
  5. Spostando nuovamente il baricentro indietro, staccare le mani dal pavimento e tornare quindi in posizione di start
  6. Saltare staccando entrambi i piedi da terra, iperestensione dell’anca e mani sopra la linea delle orecchie

Semplice vero?

Qual’è lo scopo del burpee?
Lo scopo è quello di affaticarti e farti perdere tempo. Dopo una serie di 30 burpees, infatti, sarai sicuramente più affaticato fisicamente e quindi meno pronto a riprendere la corsa e gli ostacoli successivi. Inoltre per portarli a compimento perderai tempo e quindi delle posizioni in classifica. Oltre il danno la beffa 😉
Per gli organizzatori di una OCR adottare la penalità dei burpee ha dei vantaggi: ridurre al minimo le code asci ostacoli. Nel mondo Spartan Race, infatti, gli ostacoli a tentativo singolo, prevedono in caso di errore immediatamente la penalità senza poter riprovare l’ostacolo. Un aspetto negativo dal punto di vista organizzativo è avere un numero di volontari sufficiente che riescano a controllare l’esecuzione corretta ed il numero di burpees previsto per ogni singolo atleta… impossibile. Per questo motivo Spartan Race ha introdotto, solo per Elite ed Age Group, la presenza di un sistema di ripresa video per eventuali controlli. Immagina quanto sia complicata anche la fase di revisione dei filmati…

Perché alla Hell’s Race non ci sono i burpees per i competivi?
Abbiamo fatto una scelta che vuole ripagare la voglia di “lottare fino in fondo” e il livello di abilità negli ostacoli degli atleti competitivi impegnati in gara, eliminando di fatto la componente sfortuna (non concepiamo di pagare una penalità per una presa bagnata…). Per questo motivo non ci saranno i burpees nelle nostre OCR competitive. Per i non competivi, invece, abbiamo fatto una scelta di cuore. Vogliamo che gli iscritti alle nostre gare possano provare più e più volte i nostri ostacoli per migliorarsi. Oltre ad una adeguata preparazione fisica nelle Obstacle Course è fondamentale l’esperienza. Come si può fare esperienza se non si può riprovare un’ostacolo dopo un errore? Per questo motivo alla Hell’s Race permettiamo di provare l’ostacolo quante volte si desidera e solo in caso di rinuncia i non competitivi dovranno scontare la penalità dei burpees. Siamo consapevoli che questa scelta potrebbe causare code in alcuni ostacoli: per questo motivo abbiamo introdotto la corsia riservata al “primo tentativo”.

Qual’è lo scopo delle penalità alternative?
Le penalità alternative seguono la stessa filosofia dei burpees. L’obiettivo, infatti, è quello di affaticare ulteriormente l’atleta e fargli perdere tempo prezioso. Aspetto positivo per i partecipanti? Non soffrire di nausea da burpees…
Cosa comporta ad un organizzatore di OCR optare per le penalità alternative? Maggiori costi e un numero superiore di volontari per controllare le prove di chi non ha superato l’ostacolo: due aspetti sicuramente non di poco conto. Nella prima edizione della Hell’s Race, quella di Palmanova, avevamo già studiato le penalità alternative per alcuni ostacoli. Essendo la nostra prima esperienza come organizzatori di una Obstacle Race abbiamo preferito non caricarci ulteriormente di lavoro e responsabilità ma apprezziamo molto questo format. La conferma l’abbiamo avuta in alcune gare successive alle quali abbiamo preso parte con altri ragazzi della OCR SQUAD Friuli Venezia Giulia apprezzando le penalità alternative ai burpees. Sicuramente in qualche edizione futura della Hell’s Race anche noi inseriremo penalità alternative: allungamento del tracciato, trasporti e prove alternative.

La regola dei 3 bracciali.
Fin dalla prima edizione della Hell’s Race per i competivi abbiamo deciso di utilizzare la regola dei “3 bracciali”. In cosa consiste? Ad ogni atleta competitivo verranno forniti 3 bracciali che dovranno essere tutti indossati e assicurati con del nastro adesivo trasparente, in modo da evitare strappi fortuiti. I bracciali riporteranno il numero di gara e non potranno essere ceduti ad altri concorrenti. Per ogni ostacolo fallito, ad eccezione di quelli obbligatori che dovranno essere comunque superati (trasporti, filo spinato, …) e nei quali non verrà applicata la regola dei 3 bracciali, il giudice d’ostacolo provvederà a tagliare un bracciale. L’atleta potrà proseguire poi nella gara senza doversi sottoporre a nessuna penalità, come ad esempio i burpees. I competivi che arriveranno al traguardo senza alcun bracciale non rientreranno nella classifica principale, ma in una classifica a parte.

La classifica finale sarà stilata sulla base del tempo di arrivo e del numero di braccialetti conservati da ogni singolo partecipante, premiando prima chi ha conservato tutti braccialetti, poi chi ne ha conservati due, infine chi ne ha solo uno. Entreranno quindi in graduatoria, in base al tempo di arrivo, per primi coloro che hanno tutti e 3 i bracciali, successivamente quelli che ne hanno conservati due e infine chi rimarrà con un solo bracciale. Con la regola dei 3 bracciali se un atleta ha impiegato più tempo a concludere la gara ma ha mantenuto i 3 bracciali è comunque primo rispetto a uno che ha impiegato meno tempo ma ha perso 1 bracciale.

Perché abbiamo scelto di  adottare la regola dei 3 bracciali?
L’alternativa sarebbe stata quella del bracciale singolo che troverai di seguito ma è una soluzione troppo selettiva per la tipologia di gare che al momento vogliamo organizzare. Come abbiamo più volte sottolineato la Hell’s Race ha come primo scopo quello di far conoscere e amare le Obstacle Course Race cercando di offrire a tutti gli iscritti un’esperienza divertente, stimolante e appagante. Studiamo le nostre gara in modo che tutti gli iscritti arrivino soddisfatti alla finish-line: i beginner felici di aver superato molti ostacoli e con l’obiettivo di migliorarsi per affrontare gli ostacoli più complicati; gli OCR addicted soddisfatti della qualità e varietà delle prove più tecniche. La regola dei 3 bracciali permette di vivere l’esperienza da competivi provando con la stessa caparbietà e determinazione tutte le sfide più tecniche della Hell’s Race soprattutto perché nel nostro modello di gare gli ostacoli che i competitivi aspettano non sono solo a pochi metri dalla finish line ma dislocati anche lungo il tracciato. Non nascondiamo che il “bracciale singolo” adottato in alcune OCR, e negli europei e nei mondiali, ci affascina molto e in futuro potrebbe sostituire i 3 bracciali.