fbpx

Regolamento e condotta dell'atleta leggi con attenzione questa pagina contiene nozioni e informazioni importanti

È responsabilità̀ di ogni atleta conoscere ed apprendere le regole dell’evento e di ogni ostacolo.

Se un’atleta partecipante alla Hell’s Race non ha compreso una regola specifica, spetta all’atleta stesso chiedere subito un chiarimento ai Volontari e/o ai Giudici presenti sull’ostacolo, prima di provarne il superamento. Ci potranno essere indicazioni aggiuntive che saranno fornite nelle email pre-gara, inviate a chi si è iscritto singolarmente o al referente del team che ha il compito di riportare il contenuto della stessa agli altri iscritti.

Potreste anche ricevere informazioni aggiuntive da parte dei Volontari e/o dei Giudici all’ostacolo: in questo caso, tali comunicazioni dirette andranno a sostituire in parte le regole di questo documento.

Ogni ostacolo va provato almeno una volta. Nel caso in cui un atleta riconosca di non essere in grado di superarlo, anche dopo tentativi multipli, se iscritto alla gara competitiva dovrà rivolgere al Volontario o al Giudice che provvederà al taglio di un braccialetto dei tre ricevuti ad inizio gara. Ultimati i bracciali a disposizione l’atleta potrà continuare la gara ma non sarà inserito nella graduatoria finale. I “non competitivi”, che gareggiano senza bracciali, in caso di non superamento di un ostacolo dovranno portare a termine la penalità̀ prevista prima di poter proseguire nella gara. Le penalità per i “non competivi”  possono essere varie: nella maggior parte dei casi sono previsti 15 burpees per gli uomini e 10 burpees per le donne (se si è iscritti al “team” i burpees possono essere suddivisi a piacimento tra i membri dello stesso team) ma potranno esserci anche essere allungamenti del percorso della gara o altre penalità che verranno riportate sul sito o comunicate per email o direttamente dai Volontari e/o dai Giudici..

I burpees vanno contati ad alta voce dall’atleta e spetta a lui soltanto il conteggio. I burpees devono essere completati entro lo spazio presente accanto all’ostacolo. Qualsiasi burpees eseguito al di fuori di tale area non verrà̀ considerato valido e dovrà essere replicato. Se il Volontario e/o il Giudice di un ostacolo ritiene che il burpees non sia stato eseguito correttamente può richiederne la ripetizione.

Ci potranno essere alcuni ostacoli per la categoria “non competitiva” che non richiedono penalità. Come alcuni ostacoli per la categoria “competitiva” obbligatori il cui non superamento non prevede il taglio del bracciale ma la diretta squalifica dalla gara. Questo significa che l’atleta competitivo potrà portare a termine la gara ma non rientrerà in classifica.

Alla Hell’s Race, sia “competitiva” che “non competitiva” la maggior parte degli ostacoli saranno collocati su terra ferma, ma è possibile siano presenti anche ostacoli in acqua o che ne prevedono l’attraversamento. I “competitivi” devo essere in grado di superare anche a nuoto eventuali tratti d’acqua. I “non competitivi” qualora non se la sentissero di affrontare l’ostacolo dovranno affrontare la penalità prevista.

È responsabilità dell’atleta restare sul percorso e non deviare il suo tragitto. Ogni atleta che, intenzionalmente o accidentalmente, abbandona il tracciato di gara verrà̀ squalificato, potrà continuare la gara ma sarà fuori dalla classifica generale..

Un atleta “competitivo” deve superare l’ostacolo con le sue forze o con la penalità prevista.

Gli atleti possono ricevere assistenza solo dal personale Hell’s Race autorizzato o da figure professionali preposte al soccorso. Gli atleti non possono ricevere materiale, informazioni, acqua o cibo sul percorso, a meno che non sia fornito da Hell’s Race. Non ci sono penalità per chi si ferma per consultarsi con il personale medico. Qualsiasi genere di trattamento da parte del personale medico come: medicazione anche lieve come ricevere un cerotto, ossigeno, acqua, medicazioni, ecc… comporterà la squalifica immediata dell’atleta, in quanto impossibilitato nel portare a termine la gara.

Ogni atleta dovrà preoccuparsi di possedere un chip di cronometraggio e di fissarlo in modo sicuro preservandolo da possibili strappi lungo il percorso.  Un atleta sprovvisto di chip do cronometraggio non sarà inserito nella classifica e quindi sarà considerato fuori gara.
Il vincitore della competitiva è la persona che completa il percorso nel minor tempo con il maggior numero di braccialetti. Mentre per la non competitiva è il primo classificato in ordine di tempo.

Prova il percorso o gli ostacoli prima della partenza ufficiale dell’evento decreterà la squalifica dell’atleta.

Un atleta può fare reclamo agli organizzatoti riguardo a misurazione dei tempi, taglio dei bracciali, risultati, squalifica e simili fino a 30 minuti prima delle premiazione.

Durante la gara potrebbero essere utilizzati sistemi di ripresa video e audio come prova del risultato degli atleti.

I risultati finali delle singole categorie finali non possono essere pubblicati immediatamente. Sarà necessario, infatti, attendere la revisione ufficiale definitiva.

Tutti gli atleti sono obbligati a indossare il numero di gara dalla partenza alla fine delle gara. Si richiede agli atleti di indossare la maglia “Hell’s Race Finisher”al momento della premiazione e durante le foto e i video.

Qualsiasi somma dovuta a Hell’s Race dovrà essere versata dagli atleti prima della partenza della gara, gli atleti che non rispetteranno questa regola verranno squalificati.

Non sarà possibile prendere parte alla gara senza aver consegnato, certificato medico previsto e in corso di validità nel giorno della gara, e liberatoria entro i termini previsti.

Un atleta durante la gara potrà utilizzare unicamente l’attrezzatura che ha portato con sé fin dall’inizio della gara come la camel bag, acqua, integratori, vestiti e cibo. Non è permesso utilizzare strumenti meccanici (corde, bastoni, ganci, …) neppure se trovati lungo il percorso come, ad esempio, rami o bastoni. È quindi anche vietato posizionare lungo il percorso cibo, abiti, liquidi o altri oggetti pena la squalifica. Questa regola non è applicata per gli atleti che necessitano di sedia a rotelle o altre attrezzature senza le quali non sarebbero in grado di completare l’ostacolo.

A tutti gli atleti “competitivi” e “non competitivi” è richiesta una condotta leale e sportiva. Qualsiasi condotta antisportiva comporterà la squalifica immediata, nei casi più gravi l’espulsione da future edizioni della Hell’s Race a discrezione dei Volontari, dei Giudici e degli Organizzatori.

Agli atleti più lenti è chiesto di cedere il passo agli atleti più veloci di qualsiasi categoria siano proprio per i principi di sportività sopra descritti.

È motivo di squalifica anche sporcare il percorso di gara non solo con bottigliette, bustine, fazzoletti ed altra sporcizia ma eventuali capi di abbigliamento.

In situazione di emergenza medica o di sicurezza gli atleti dovranno avvisare immediatamente i Volontari, i Giudici o il servizio medico ed attendere il loro arrivo.

certificato medico e liberatoria i documenti obbligatori per convalidare la tua iscrizione

Per noi organizzatori della Hell’s Race, al fine di garantire una bella esperienza a tutti i partecipanti, la prudenza e la salute devono venire prima di tutto. Ecco perché abbiamo deciso di rendere obbligatoria la consegna di due documenti per rendere valida l’iscrizione alla gara: la liberatoria e il certificato medico.

Senza questi documenti non ti è concesso partecipare e perdi il diritto al rimborso.

Sappiamo che la burocrazia è sempre una scocciatura, ma ci teniamo a sottolineare che questi servono prima di tutto a te: è buona premura svolgere controlli periodici per assicurarsi di essere nelle condizioni adatte per correre.

CERTIFICATO MEDICO DEI COMPETITIVI

Per partecipare alla gara competitiva della Hell’s Race dovrete sottoporvi ad una visita specifica che certifichi non solo il vostro stato di salute, ma anche l’idoneità a svolgere un’attività sportiva di tipo agonistico, come da Articolo 5 del Decreto Ministero della Sanità 18.02.1982 per quanto riguarda le Norme per la tutela sanitaria dell’attività sportiva agonistica.

Il Decreto legge 69 del 2013, inoltre, stabilisce che coloro che fanno sport presso società affiliate alle Federazioni sportive nazionali e al Coni (ma che non siano considerati atleti agonisti) devono avere il certificato medico agonistico.

CERTIFICATO MEDICO DEI NON COMPETITIVI

Per partecipare alla gara non competitiva della Hell’s Race dovrete sottoporvi ad una visita specifica che certifichi il vostro stato di salute con relativo rilascio del certificato di idoneità all’attività sportiva non agonistica con ECG, come da D.M. Ministero della Salute 24.04.2013 .

Liberatoria Hell's Race leggere attentamente prima di iscriversi all'evento

Prima di iscriversi alla Hell’s Race è necessario leggere la liberatoria che puoi scaricare e stampare qui. Ti ricordiamo che la liberatoria va compilata in modo chiaro e leggibile in tutte le sue parti, firmata ed inviata entro e non oltre la data indicata sul modulo stesso.

DEADLINE INVIO DOCUMENTAZIONE:

Per la data di Osoppo del 4 ottobre 2020, il certificato medico deve essere caricato tassativamente entro il 4 settembre 2020.

Per la data di Resia del 8 agosto 2020, il certificato medico deve essere caricato tassativamente entro l’8 luglio 2020.

Per la data di Osoppo del 16 maggio 2021, il certificato medico deve essere caricato tassativamente entro il 16 aprile 2021.

 

Attenzione. Se entro tali date non sarò pervenuto il certificato medico in corso di validità e la liberatoria compilata e firmata, non potrai partecipare alla gara e non verrai rimborsato.

Chi si iscrive alle gare dopo tali scadenze non avrà diritto a maglia e medaglia Finisher, e dovrà consegnare il certificato medico in corso di validità e la liberatoria direttamente il giorno della gara.

Campo necessario
Campo necessario
Carica il certificato medico e/o la liberatoria (max 7 MB)...
Campo necessario
  • - Seleziona la gara -
  • Resia - 8 agosto 2020
  • Osoppo - 4 ottobre 2020
  • Osoppo - 16 maggio 2021
Campo necessario
Campo necessario

partners un grazie a chi ci ha creduto e sostenuto