fbpx

SHANGAI

OSTACOLO A TENTATIVI ILLIMITATI

L’atleta, competitivo e non competitivo, può provare l’ostacolo più e più volte. Non c’è alcun limite sul numero di tentativi a disposizione. L’atleta, dopo il primo tentativo, deve favorire chi affronta per la prima volta l’ostacolo.

PENALITÀ

– Competitivi: in caso di mancato superamento l’atleta perderà un bracciale*.

– Non competitivi: in caso di mancato superamento l’atleta perderà un bracciale*.

*Per ogni bracciale perso (fino a un massimo di due) l’atleta dovrà compiere un “penality loop” prima della finish–line.

DESCRIZIONE DELL’OSTACOLO

L’ostacolo è una sequenza di pali verticali distanti tra loro circa 80 cm fissati al terreno.

COME VA AFFRONTATO L’OSTACOLO

– L’ostacolo va superato passando da palo a palo.
– Vanno superati tutti i pali affinché la prova sia valida.
– È necessario partire afferrando il primo palo con entrambi le mani rimanendo con i piedi esternamente all’ostacolo. Se è presente a terra la fascia di “start e finish” questa non deve essere toccata dall’atleta.
– L’ostacolo è concluso quando si oltrepassa l’ostacolo con entrambi i piedi. Se è presente a terra la fascia di “start e finish” questa non deve essere toccata dall’atleta.
– Se si tocca terra prima di aver concluso la sequenza di tubi bisogna ripartire dall’inizio.
– I pali verticali possono essere toccati con ogni parte del corpo.

COSA NON VA FATTO

– Non utilizzare tutti i pali.
– Toccare il terreno e ripartire.
– Aiutarsi sfruttando la parte superiore del palo.

GLI OSTACOLI PRESENTATI NON SONO IN ORDINE DI POSIZIONE E POTRANNO ESSERE MODIFICATI O ELIMINATI

partners un grazie a chi ci ha creduto e sostenuto