fbpx

LOW RIG

OSTACOLO A TENTATIVI ILLIMITATI

L’atleta, competitivo e non competitivo, può provare l’ostacolo più e più volte. Non c’è alcun limite sul numero di tentativi a disposizione. L’atleta, dopo il primo tentativo, deve favorire chi affronta per la prima volta l’ostacolo.

PENALITÀ

– Competitivi: in caso di mancato superamento l’atleta perderà un bracciale* e dovrà compiere, oltre a quello finale, un penality aggiuntivo nei pressi dell’ostacolo.

– Non competitivi: in caso di mancato superamento l’atleta perderà un bracciale*.

*Per ogni bracciale perso (fino a un massimo di due) l’atleta dovrà compiere un “penality loop” prima della finish–line.

DESCRIZIONE DELL’OSTACOLO

L’ostacolo consiste in un rig formato da vari tipi di prese (corde, ciocchetti, maniglie, palline, barre disposte a varie distanze) posizionate a meno di 150 cm da terra.

COME VA AFFRONTATO L’OSTACOLO

L’atleta dovrà sfruttare le varie prese per raggiungere l’estremità opposto dell’ostacolo senza toccare terra fino a suonare la campanella unicamente con la mano. L’atleta dovrà partire con entrambi i piedi esterni all’inizio della struttura. Non è necessario utilizzare tutte le barre e/o prese. Su alcune prese è possibile, se indicato in fase di brief pre gara o dal giudice d’ostacolo, utilizzare i piedi o altre parti del corpo. Per le modalità di utilizzo delle prese far riferimento alla specifica guida disponibile su www.hellsrace.it e alle varie info che verranno comunicate per ogni evento.

COSA NON VA FATTO

– Non suonare la campanella.
– Suonare la campanella con parti del corpo diverse dalla mano.
– Toccare terra con qualsiasi parte del corpo prima di aver suonato la campanella.
– Sfruttare parti dell’ostacolo diversi dalle prese. Le strutture verticali possono essere inavvertitamente toccate.
– Aggrapparsi alle prese con le gambe se non concesso in casi particolari.

GLI OSTACOLI PRESENTATI NON SONO IN ORDINE DI POSIZIONE E POTRANNO ESSERE MODIFICATI O ELIMINATI

partners un grazie a chi ci ha creduto e sostenuto